REGOLE LOCALI AGGIUNTIVE

Vigono le Regole del R.&A. Rules Ltd. adottate dalla F.I.G, le Condizioni di Gara e Regole Locali F.I.G. 2015

ad eccezione dei punti:   3 – Specifiche della palla    4.b – Velocità di gioco     7 – Trasporto

e le seguenti  REGOLE LOCALI AGGIUNTIVE

  1. SI PIAZZA: Una palla che si trova in qualsiasi area accuratamente rasata del percorso può, senza penalità, essere alzata, pulita e piazzata entro la distanza di 15cm da dove si trova originariamente, ma non più vicino alla buca, e non in un ostacolo né in green. Prima di alzare la palla il giocatore deve marcare la posizione. Un giocatore può piazzare la sua palla una volta e dopo che la palla è stata così piazzata, è in gioco. (Reg.20/4) Penalità per infrazione alla regola locale: gare a colpi 2 colpi.
  2. FUORI LIMITE INTERNO ALLA BUCA 4 : a destra tutta la buca 4 segnalato da paletti bianchi valido solo per la buca 4 (non valido per la buca 3); durante il gioco delle altre buche sono da considerarsi ostruzioni inamovibili.
  3. FUORI LIMITE:
    (a) ALLA BUCA 3: Lungo il limite sud della buca (dietro il green della buca 3) la recinzione ed i relativi sostegni (compreso l’eventuale telo) sono considerati parti integranti del campo. Il fuori limite è delimitato dal muretto in cemento.
    (b) ALLA BUCA 7: Lungo il limite ovest, solo in corrispondenza del canale in cemento, la recinzione ed i relativi sostegni (compreso l’eventuale telo) sono considerati parti integranti del campo. Il fuori limite è delimitato dal canale in cemento.
    (c) ALLA BUCA 8: Lungo il limite sud della buca (dietro il green della buca 8) la recinzione ed i relativi sostegni (compreso l’eventuale telo) sono considerati parti integranti del campo. Il fuori limite è delimitato dal canale in cemento.
    (d) ALLA BUCA 9: Lungo il limite ovest, in corrispondenza del canale in cemento, la recinzione ed i relativi sostegni (compreso l’eventuale telo) sono considerati parti integranti del campo. Il fuori limite è delimitato dal canale in cemento.

  4. CONGEGNI ARTIFICIALI PER MISURARE LE DISTANZE (nota reg. 14-3/Appendice Ib)
    Un giocatore può ottenere informazioni sulle distanze utilizzando un dispositivo che misuri unicamente la distanza. Se, durante un giro convenzionale, un giocatore utilizza un dispositivo per misurare le distanze che è stato progettato per valutare o misurare altre condizioni che possano influenzare il gioco (per esempio: variazioni di quota, velocità del vento, temperatura, etc.), il giocatore infrange la Regola 14-3, per la quale è prevista la penalità di squalifica, anche se tali funzioni aggiuntive non vengono utilizzate; fatto salvo l’uso previsto dalla decisione 14-3/18
  5. CONDIZIONI ANORMALI DEL TERRENO (REGOLA 25)
    (a) Eventuali erosioni nei bunker provocate dall’acqua
    (b) Putting Green sbagliato (Regola 25-3): divieto di gioco anche dal relativo avant-green (apron) (Decisione 33-8/33)
  6. FILI ELETTRICI E CAVI SOPRAELEVATI PERMANENTI
    Se una palla colpisce un filo elettrico o un cavo sopraelevati, il giocatore deve annullare quel colpo, abbandonare la palla e giocare un’altra palla in accordo con la regola 20-5.
  7. PRATICA: Il Comitato stabilisce che è permessa la pratica sul campo di gara in qualsiasi giornata o tra i giri di
    una gara stroke play (Regola 33.1).
  8. INDICATORI DI PARTENZA:
    UOMINI: BIANCO/GIALLO            DONNE: BLU/ROSSO
  9. Tabella linee guida sulla percorrenza di ogni singola buca:
    (TIMING SCHEDULE)
BUCA PAR TIME PER HOLE FROM 1
1 4 0:16 0:16
2 4 0:16 0:32
3 5 0:18 0:50
4 4 0:16 1:06
5 3 0:11 1:17
6 4 0:16 1:31
7 4 0:10 1:47
8 3 0:10 1:57
9 5 0:18 2:15

L’ ora ufficiale è quella dell’orologio situato al tee di partenza.
Lo score va consegnato il più presto possibile.
Il Comitato di Gara.